SOS Avvocato Baby Sitter

Se stai cercando una baby sitter o una tata per il tuo bimbo o bimba, o cerchi lavoro come baby sitter a domicilio, sicuramente ti sarai chiesto cosa serve per mettere in regola una baby sitter.

Sei nel posto giusto! Posso aiutarti a regolarizzare il rapporto di lavoro con la tua baby sitter preparando un contratto ad hoc adatto alla tua situazione specifica per tutelare i tuoi diritti ed evitare sanzioni o di incorrere in responsabilità.

Qui di seguito analizzerò con gli aspetti fondamentali da valutare se stai pensando di assumere la baby sitter per i tuoi bimbi.

Vuoi procedere all’assunzione della tua baby sitter: perché ti serve un avvocato?

Se hai deciso di procedere all’assunzione della tua baby sitter, l’assistenza di un avvocato può aiutarti nelle tre fasi del rapporto con la tua tata: prima della conclusione del contratto, durante e dopo la firma dello stesso.

Infatti, nella fase iniziale di negoziazione del contratto il ruolo imparziale di un soggetto terzo come l’avvocato è fondamentale per capire e analizzare le richieste e le necessità delle parti.

La consulenza di un avvocato è, poi, essenziale nella fase di redazione del contratto di lavoro poiché può aiutarti a recepire in forma scritta la tua volontà e quella della baby sitter.

Successivamente alla firma del contratto di lavoro, la consulenza di un legale può aiutarti a gestire eventuali controversie o modifiche del contratto.

Mettere in regola la tua baby sitter: quali aspetti valutare nel contratto di lavoro con la tua nanny?

Gli aspetti da regolamentare nel contratto di lavoro con la tua baby sitter sono diversi: alcuni vengono definiti per legge, altri, invece, variano in base alle necessità e agli accordi tra le parti.

Di seguito, una lista di alcuni dei temi da trattare nel contratto di assunzione della tua nanny:

  • i nomi delle parti e la data di inizio del rapporto di lavoro
  • le mansioni della baby sitter
  • la retribuzione
  • l’orario di lavoro e la sua distribuzione
  • la durata del contratto di lavoro: part-time o full-time? A tempo determinato o indeterminato?
  • la durata del periodo di prova
  • il luogo di svolgimento dell’attività lavorativa
  • le ferie

Retribuzione e compenso baby sitter: come si calcola?

Diversi fattori incidono sulla quantificazione della retribuzione della baby sitter.

Infatti, il calcolo va fatto in base ad un importo minimo previsto dalla legge, oltre che ad una serie di altri elementi tra cui:

  • l’orario di lavoro
  • le mansioni che dovrà svolgere
  • la sua esperienza

Posso assisterti nella redazione del contratto di assunzione della tua baby sitter e anche nel calcolo della sua retribuzione grazie al supporto di consulenti del lavoro con cui collaboro da anni.

Vuoi ricevere una consulenza legale su come mettere in regola la tua baby sitter?

Scrivimi la tua Richiesta

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy